La bufala del coding. Ovvero la scuola spiegata al mio barista (parte quarta)

codingOggi al bar ne ho sentita un’altra. Un tizio si compiaceva del fatto che nella scuola elementare del figlio si impartissero lezioni di coding e usava quella parola per darsi un tono, perché suonava un po’ come scusate se sono troppo all’avanguardia. Così il nostro John Koenig, comandante della Base lunare Alpha, davanti alle facce interrogative dei suoi interlocutori ha tenuto una breve lezione sul pensiero computazionale e su quanto fosse benedetto. Continua a leggere

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , , | 22 commenti

Calendario degli eroi: 25 novembre – Maria Argentina Minerva, Aida Patria Mercedes e Antonia Maria Teresa Mirabal

mirabal-sistersOjo de Agua (Santo Domingo). È il 25 novembre 1960 quando la macchina con a bordo le sorelle Mirabal viene fermata dagli uomini del Servicio de Inteligencia Militar. Verranno uccise a bastonate e gettate in un burrone, simulando un incidente. Rafael Leónidas Trujillo, capo di una dittatura che dura da 30 anni, ha dato ordine di eliminare le tre mariposas, colpevoli di opposizione al regime e formazione di nuclei clandestini di resistenza. Continua a leggere

Pubblicato in calendario degli eroi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La classe docente non va in paradiso

tristemente-conformiIn generale non mi sorprende il fatto che a certuni possa venire in mente una cattiva idea, né che quell’idea possa essere spacciata per buona e qualcuno inizi pure a condividerla. Quello che mi ha sempre impressionato è piuttosto il silenzio di tutti gli altri, di quelli che in quell’idea non credono, di coloro che quell’idea magari la disapprovano, ma si voltano dall’altra parte, non guardano, fanno finta di niente. Continua a leggere

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , , , , , | 6 commenti

Il bosco in palestra

boscoI bambini sono sdraiati per terra, ognuno sul suo tappetino da yoga. Dallo stereo escono i suoni del bosco e le dolci note che fanno da sottofondo alle nostre meditazioni. Oggi camminiamo in un meraviglioso giardino dopo che c’è stata la pioggia. Con noi c’è anche M, il bambino nonvedente della classe accanto. La maestra supplente ha accettato di buon grado che M venisse in palestra con noi. Continua a leggere

Pubblicato in diario, scuola | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Un elefante nello zaino

zaino-di-scuolaGli zaini di scuola dei bambini sono troppo pesanti. Lo dico da papà e da maestro. Da genitore preoccupato per la schiena di sua figlia e da educatore che osserva ogni giorno schiere di piccoli sherpa barcollanti e curvi, condannati alla tortura per quattro piani di scale, senza colpa alcuna, se non quella di dover sopportare il peso della conoscenza. Ammesso che la conoscenza possa e debba essere avvertita come un peso. Continua a leggere

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , | 8 commenti

I bambini mi hanno messo una nota

calvin-and-hobbesHo preso un’altra nota dai bambini della mia classe. Questa volta la mozione è partita da G. Ogni tanto mi capita. Succede quando trasgredisco una delle regole che ci siamo dati. Devo dire che in quelle occasioni i bambini sono sempre molto severi e inflessibili. Il maestro ha sbagliato, si merita un richiamo. È giusto così. Non può esistere un rapporto di fiducia senza il dovere della reciprocità. Continua a leggere

Pubblicato in diario, scuola | Contrassegnato , , , | 10 commenti

Il maestro e il papà

papaFare il maestro mi viene naturale. Come papà invece faccio più fatica. Quando i due ruoli si confondono il maestro spesso corre in aiuto al papà. Altre volte il papà fa di testa sua e se sbaglia alza subito le mani. Allora lo sento dire: Lo so… avrei dovuto…  ma ho pensato che… Se succede, il maestro cerca di non essere mai troppo severo nei giudizi. In fondo sono la stessa persona. Continua a leggere

Pubblicato in diario, frutta mista | Contrassegnato , , , | 6 commenti

Il silenzio-assenso del collegio docenti

proteste-in-messicoIl silenzio-assenso di un collegio docenti fa spavento. Soprattutto oggi, che una qualche forma di resistenza bisognerebbe pur tentarla, in opposizione alle politiche scellerate che distruggono la scuola e snaturano la sua inclinazione pubblica, libera, creativa. Il silenzio-assenso riempie quella stanza destinata al confronto, alla discussione, perfino ai diverbi, e la satura di nulla. Continua a leggere

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , , , , | 5 commenti

Bambini e percorsi

camminareFareste mai portare a vostro figlio di 7 anni una pesante anguria per quattro piani di scale, fino a casa? Gli mettereste sulle spalle il vostro zaino, prima di un’escursione? Chiaramente no. La crescita del senso di responsabilità, come l’autostima e l’autonomia, sono processi che hanno bisogno di gradualità, temperanza e pazienza. Anticipare i tempi è dannoso. Un bambino può sostenere pesi leggeri, non possiamo schiacciarlo sotto il giogo di incarichi inadeguati. Continua a leggere

Pubblicato in frutta mista | Contrassegnato , , | 2 commenti

Calendario degli eroi: 18 agosto – Khaled al-Asaad

khaled-al-asaadKhaled al-Asaad  è un archeologo siriano. Grazie al suo lavoro l’Unesco, nel 1980, riconosce l’antica città di Palmira come patrimonio dell’umanità. Esempio di coraggio e fedeltà alla propria missione, Khaled al-Asaad viene torturato e barbaramente ucciso nel 2015 da un gruppo jihadista dello Stato Islamico per essersi rifiutato di dare informazioni su dove fossero nascoste alcune opere d’arte che il gruppo avrebbe voluto distruggere.

Pubblicato in calendario degli eroi | Contrassegnato , , | Lascia un commento